Glossario del Legno

Cerca nel glossario (espressione regolare permessa)
Inizia con Contiene Termine esatto Foneticamente simile
Tutto A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Termine Definizione
carbonaia
Cumulo di tronchetti di ramaglia o squarti di legno, completamente rivestito di terra, nel quale la combustione di una parte del materiale provoca la distillazione secca del rimanente che si trasforma così in carbone.
carbone di legna
Prodotto solido della distillazione secca del legno, compiuta sia in carbonaia che in forno apposito. Le specie legnose che in Italia vengono maggiormente apprezzate per la produzione di c. sono le specie quercine a ceduo (e in particolare cerro e leccio), la macchia mediterranea (v. forteio) ed il faggio.
carbone rosso o legno torrefatto
Prodotto ottenuto con una carbonizzazione incompleta del legno, e cioè a temperatura non superante i 250°.
carbonella o brace
Carbone di legna di minima pezzatura, ottenuto dalla carbonizzazione di fasciname minuto, gusci di frutti, pigne,  cascami agricoli quali potature, tutoli, ecc.
carcassa
Struttura, in genere parallelepipeda, in cui lunghezza, larghezza e altezza hanno dimensioni comparabili.
care
Termine francese per indicare un intaglio verticale largo e poco profondo fatto con speciale accetta su di un tronco, per lo più di pino, a scopo di resinazione.
carica delle colle
Aggiunta di polveri inerti che servono ad aumentare il volume delle colle alle resine sintetiche senza diminuirne il potere adesivo e anzi migliorandone alcune caratteristiche.
caricatore
Automezzo, per lo più trattrice, dotato di dispositivi o recipienti montati su braccia, adatti a prendere un carico al suolo o in posizione bassa, a sollevarlo e a rovesciarlo ad una data altezza condizionata dal braccio anche ad eseguire l'operazione inversa. Sono di largo impiego in agricoltura per agevolare le operazioni di carico e scarico di materiali alla rinfusa, nonchè nei cantieri di costruzione e nelle industrie in genere.
carico
Peso gravante su di un elemento costruttivo, o su di un veicolo animato o inanimato.
carie del legno
Forma di marciume secco che si determina nel legno vivo o morto di piante ancora in piedi o abbattute, ad opera di numerosi Eubasidiomiceti il cui micelio trova il suo nutrimento in alcuni componenti cellulari legnosi e delle pareti le quali, per azione degli enzimi secreti dalle ife, vengono profondamente alterate e più o meno distrutte.
carinzia (tavolame di)
Specificazione attribuita a tavolame di abete importato dall'Austria quando esso è nella maggior parte costituito da abete rosso, con tolleranza di modesti quantitativi di abete bianco.
carotina (di legno)
Cilindretto di legno di diametro inferiore a 1 cm, che può essere estratto da un fusto legnoso per mezzo della trivella di Pressler. Serve per l'esame degli incrementi diametrali del fusto all'altezza di un prelevamento e per la misurazione della densità basale del legno per mezzo di piccoli campioni che possono essere opportunamente distribuiti nel tronco.
carpenteria
Uso del legno nella fase costruttiva degli edifici.
carpenteria in legno
Arte di connettere i vari elementi (travi, tavole) che costituiscono una struttura di una costruzione. Mentre anticamente la c. in l. faceva esclusivamente ricorso a incastri, a zeppe in legno oppure a bulloni, oggigiorno la c. si avvale di pezzi speciali di collegamento, di chiodature appositamente calcolate o di incollaggi alle resine sintetiche con i quali si possono risolvere problemi costruttivi di notevole difficoltà.
carrata
Antica unità di misura dell’Italia Meridionale per le doghe da botte lavorate, consistente in una catasta prismatica a base quadrata ed avente per altezza un numero di strati variabile a seconda delle dimensioni delle doghe. La cubatura effettiva della c. varia, a seconda del tipo di doga da un minimo di 0,190 m3 a un massimo di 0,353 m3. 
carrello a cavaliere
Veicolo automobile per il trasporto di varie merci, ed in particolare del legname segato, consistente in un portale avente alla base quattro ruote, con un apparato di sollevamento che alza e mantiene il carico nella cavità del portale.
carrello da esbosco
Veicolo per l'esbosco dei tronchi che nella sua forma schematica è costituito da una struttura indeformabile di aste disposte a triangolo, uno dei cui vertici è appoggiato su una coppia di ruote o di cingoli, un altro è collegato con una trattrice e l'ultimo porta un dispositivo di sospensione a cui appendere l'estremità dei tronchi i quali nel trascinamento risultano così parzialmente sollevati da terra.
carrello elevatore
Automezzo di piccole dimensioni con dispositivi adatti per sollevare un carico da terra fino ad una certa altezza: di frequente impiego nei depositi di legname e negli stabilimenti per trasformazione di prodotti agricoli.
carta
Foglio costituito essenzialmente di materie prime fibrose vegetali, feltrate ed essiccate, che può contenere sostanze minerali di carica, sostanze collanti e colori. La distinzione tra carta, cartoncino e cartone è la seguente: carta: spessore da 2/100 a 3/10 di mm; peso sino a 150 g/m2; cartoncino: spessore da 3/10 di mm in su; peso da 150 a 400 g/m2; cartone: spessore sino a 2 o 3 mm; peso da 400 a 1200 g/m2.  Le carte da impacco devono avere particolari caratteristiche di resistenza. Tra di esse deve essere particolarmente citata la carta kraft. formata in gran parte con cellulosa al solfato.
carta abrasiva
Termine di tipo generale usato per designare la carta vetrata, la carta smeriglio, ecc.
carta vetrata
Termine di tipo generale usato per designare la carta vetrata, la carta smeriglio, ecc.
cascami di bosco
Comprendono tutto ciò che dei fusti arborei non viene effettivamente esboscato, e pertanto le ceppaie, i pezzi, le schegge e la segatura occasionati dall'abbattimento e dalla depezzatura la ramaglia non raccolta, il fogliame.
cascami di segheria
Comprendono tutto ciò che dei tronchi da sega non fa parte dell'assortimento definitivo e pertanto le intestature, gli sciaveri, i refili, pezzi inadatti anche a fornire cortame, la segatura.
castex
Marca di pannelli di fibre fabbricati in Italia. Esiste un tipo sagomato.
catasta
Termine forestale per indicare un mucchio di determinati assortimenti legnosi (tronchi, tondelli, spacconi, traverse, travi, legna da ardere, ecc.) disposti regolarmente secondo modalità imposte dalla natura degli assortimenti stessi e dalle consuetudini locali.
catena
Denominazione del commercio dei legnami della Val di Fiemme per indicare un tronco scortecciato con diametro inferiore a 8 cm, lunghezza da 5 a 8 m.
catenaria
Curva secondo la quale si dispone un filo pesante fissato alle estremità (p. es. nelle campate di teleferica).
caterpillar
Termine inglese corrispondente a bruco, usato per indicare genericamente una trattrice cingolata.
catrame
Prodotto della distillazione secca di carboni fossili o legno, che non risponde ad una composizione fissa ma è invece una miscela di varie sostanze tra cui dominano gli idrocarburi. Si presenta come un fluido vischioso ad odore penetrante, colore nerastro ed apparenza oleosa. È adoperato in agricoltura per coprire le ferite degli alberi impedendo l'ingresso dell'acqua, delle spore dei funghi e degli insetti, per coprire l'estremità infissa nel suolo di pali, tutori, steccati, nonchè in medicina veterinaria per varie affezioni animali.
caurite
Una delle più comuni colle alle resine sintetiche all'ureaformaldeide, adoperata per la fabbricazione dei compensati e per falegnameria. È detta pure Kaurit.
logo tuttolegno

MILANO | Via Frugoni 1 | +39 02 36631784

COLLEGATI A NOI !