resinazione

Cerca nel glossario (espressione regolare permessa)
Inizia con Contiene Termine esatto Foneticamente simile
Tutto A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Termine Definizione
resinazione
Operazione alla quale si sottopongono i pini onde accrescerne la produzione della resina e consentirne la raccolta Lo stimolo all'aumento della produzione è dato da ferite che non solo devono privare la pianta del fusto: esse si praticano o in senso verticale coll'asciotto o inclinate e da spina di pesce con un apposito raschietto affilato: nel primo caso la ferita è unica, larga 6-10 cm e viene via via con successivi interventi prolungata in altezza nel secondo caso le ferite, larghe circa 1 cm, sono disposte in serie ed il proseguire della r. è dato dall'apertura di nuove serie sopra quelle già fatte. Dopo aver aperto le ferite si può praticare una irrorazione con acidi diluiti al fine di accrescere la reazione dei tessuti e perciò la secrezione della resina. La r. può essere a vita o a morte: la prima viene praticata con una intensità ridotta in modo che la pianta non abbia troppo a soffrirne, nel secondo l'intensità è assai maggiore: essa viene applicata soltanto quando, essendo la pianta pervenuta a maturità ne è prossimo il taglio e non può quindi più avere molta importanza l'eventuale decadimento delle sue condizioni vegetative. Se la resina prodotta dalle pinete ha un indubbio valore economico, per stabilire il bilancio generale di convenienza si deve però anche considerare che, assieme allo scadimento di caratteristiche tecnologiche del legno, deve essere presa in considerazione l'estrema suscettibilità dei boschi resinati agli incendi.
logo tuttolegno

MILANO | Via Frugoni 1 | +39 02 36631784

COLLEGATI A NOI !